Semplificazione e innovazione, ciclo di incontri promossi dal Dipartimento per la Trasformazione Digitale

Al via una serie di appuntamenti online promossi dal DTD per presentare le opportunità legate al percorso di digitalizzazione

condividi su

Con il Decreto “semplificazione e innovazione digitale”, il processo di trasformazione digitale della Pubblica Amministrazione è entrato nel vivo. La norma ha infatti fissato degli obiettivi importanti per sostenere lo sviluppo del sistema operativo del Paese.

Il 28 febbraio 2021 rappresenta una data significativa: sarà il momento in cui le amministrazioni saranno tenute ad accelerare lo sviluppo e la diffusione di soluzioni digitali per accedere ai servizi pubblici.

Per affiancare gli enti in questo processo, il Dipartimento per la Trasformazione Digitale ha organizzato un ciclo di incontri dal titolo “Semplificazione e Innovazione Digitale”.

Si tratta di una serie di appuntamenti online, della durata di due ore ciascuno, rivolti a tutti i Responsabili per la Transizione al Digitale, al personale pubblico dei sistemi informativi, ai fornitori pubblici e privati di soluzioni software e alle associazioni di categoria.

L’agenda completa del primo incontro previsto per venerdì 11 dicembre alle ore 14.30 dedicato alle guide operative alle piattaforme abilitanti è visibile qui. Sarà possibile seguire la diretta streaming al seguente link.

Ma facciamo un passettino indietro. Cosa prevede il Decreto Legge “semplificazione e innovazione digitale”?

Il Decreto, convertito in legge dal Parlamento a settembre del 2020, impegna la Pubblica Amministrazione, nazionale e locale, ad una digitalizzazione rapida dei servizi offerti. Tutto ruota intorno all’implementazione delle piattaforme abilitanti, strumenti standardizzati, testati e sicuri, che contribuiranno ad una transizione uniforme.

Il 28 febbraio 2021, come stabilito dal Decreto Legge “semplificazione e innovazione digitale”, è la data entro la quale le pubbliche amministrazioni dovranno:

  • integrare nei propri sistemi informativi SPID (Sistema Pubblico di Identità Digitale) e CIE (Carta d’Identità Elettronica) come unico sistema di identificazione per l’accesso ai servizi digitali;
  • integrare la piattaforma pagoPA nei sistemi di incasso per la riscossione delle proprie entrate;
  • avviare i progetti di trasformazione digitale necessari per rendere disponibili i propri servizi sull’App IO.

Il ruolo di Developers Italia

Nell’ottica di fornire un supporto diretto alla PA e a tutti i fornitori coinvolti in questa impegnativa avventura, Developers Italia mette a disposizione sul proprio portale degli sviluppatori una vasta gamma di soluzioni per agevolare le succitate operazioni di integrazione richieste. Infatti per ognuna delle piattaforme abilitanti è possibile trovare materiali o template pronti all’uso per efficientare il processo. Tutte le risorse sono completamente open source e molte delle soluzioni presenti sono frutto del lavoro in community di decine di privati cittadini che, mettendo a fattor comune gli sforzi, ogni giorno si prodigano per favorire il percorso di digitalizzazione del sistema Paese.

Scopri di più nella sezione dedicata.

Inoltre, è sempre possibile mettersi in contatto con il resto della community attraverso il canale di Slack e il Forum che possono rappresentare importanti fonti di informazioni, consigli e soluzioni ai problemi.

Vuoi saperne di più? Unisciti anche tu alla community!

Il Team Developers Italia


argomenti

torna all'inizio dei contenuti