Menu

Developers Italia Sviluppiamo i servizi pubblici, insieme

Seguici su

FSE

Fascicolo Sanitario Elettronico 2.0

Il nuovo sistema FSE è l’ecosistema digitale che realizza servizi evoluti basati su documenti e dati per cittadini e operatori sanitari.

FSE

Intro

Il Fascicolo Sanitario Elettronico (FSE) è lo strumento attraverso il quale il cittadino può raccogliere e consultare tutta la propria storia sanitaria, condividendola in maniera sicura ed efficiente con gli operatori sanitari.

Obiettivi

Il Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (PNRR), Missione 6 Componente 2, promuove il potenziamento del Fascicolo Sanitario Elettronico (FSE) nella sua versione 2.0 al fine di garantirne la diffusione, l’omogeneità e l’accessibilità su tutto il territorio nazionale da parte degli assistiti e operatori sanitari.

Secondo le Linee guida di attuazione il FSE dovrà diventare:

  • il punto di accesso per tutti i cittadini ai servizi del SSN, indipendentemente dalla regione di appartenenza;
  • un ecosistema di servizi basati sui dati e documenti per i professionisti sanitari per la diagnosi e cura dei propri assistiti consentendo una assistenza sempre più personalizzata;
  • uno strumento di prevenzione per le strutture ed istituzioni sanitarie.

Affinché ciò avvenga è necessario che l’infrastruttura tecnologica evolva per:

  • rendere FSE omogeneo sul territorio nazionale per dati contenuti, servizi offerti, semplicità di utilizzo/interfaccia e portabilità;
  • assicurare che i documenti che alimentano il FSE siano effettivamente prodotti secondo gli standard nazionali;
  • rendere più efficace l’interoperabilità tra fascicoli regionali;
  • realizzare una effettiva gestione del dato da affiancare a quella del documento;
  • garantire che i dati del FSE possano valere anche ai fini secondari (ricerca e governo).

Architettura

Il FSE 2.0 è una infrastruttura distribuita che comprende elementi regionali e centrali che interoperano tra loro e con altri sistemi secondo modelli di interoperabilità standard (ModI definito da AgID).

Per consentire una gestione più efficace del dato vengono introdotti due nuovi elementi infrastrutturali: il Gateway, che ha il compito di verificare la coerenza nell’applicazione degli standard, sia per dati che per documenti, l’Ecosistema Dati Sanitari (EDS) che raccoglie, gestisce e rende fruibile il dato mediante servizi REST. L’EDS, mediante servizi di sottoscrizione e sincronizzazione può alimentare repository regionali con i dati di pertinenza delle regioni nelle modalità indicate dalla norma. L’EDS infine realizza le funzionalità di monitoraggio di alimentazione e di utilizzo del sistema FSE da parte del cittadino e degli operatori sanitari.

Standard per dati e documenti

Le Linee guida di attuazione del Fascicolo Sanitario elettronico prevedono che nel FSE 2.0 confluiscano: dati in formato HL7 FHIR, direttamente acquisiti dai sistemi produttori delle strutture e archiviati nel Data Repository Centrale (e opzionalmente presso data repository locali) documenti, in formato HL7 CDA2 iniettati in PDF firmati, prodotti a valle della validazione dai sistemi produttori e archiviati nei repository documentali delle strutture sanitarie stesse (dislocati a livello regionale o aziendale). Stabiliscono inoltre l’elenco dei documenti dei primi 12 mesi, per i quali sono state aggiornate le guide implementative CDA2 e reperibili presso il sito ufficiale di HL7 Italia.

Il documento Piattaforma di telemedicina ed Ecosistema FSE fornisce maggiori dettagli su come il Gateway FSE e l’Ecosistema Dati Sanitari interoperano con le piattaforme di Telemedicina.

Codice della piattaforma

Il codice sorgente del Gateway e dell’EDS (Ecosistema Dati Sanitari) verrà rilasciato con licenza open source raggiunta una prima release stabile. Il codice sarà pubblicato dal Ministero della Salute non appena disponibile.

Aiutaci a migliorare

Segnalaci le proposte di miglioramento e/o le eventuali anomalie che hai riscontrato nell’utilizzo della piattaforma attraverso il sistema di issue su GitHub o il canale slack #fse su Developers Italia.

Prima fase di sperimentazione

È prevista una prima fase di sperimentazione che coinvolge un numero progressivo di regioni che possono candidarsi in raccordo con il Gruppo di coordinamento del tavolo FSE. Le regioni inviano 2 CSR, una per il certificato di autenticazione e una per il certificato di firma, alla casella di progetto fse_support@sogei.it, verranno emessi da Sogei i certificati di autenticazione e firma che consentiranno l’accesso ai servizi della piattaforma di pre produzione che progressivamente verranno realizzati.

Canali

Richiesta di supporto tramite GitHub Canale Slack (#fse) Registrati su Slack

Risorse

torna all'inizio dei contenuti