Menu

Developers Italia Sviluppiamo i servizi pubblici, insieme

Seguici su

Comune di Ferrara

Portale istituzionale collaborativo
Variante di Comune di Ferrara (FE)

Un modello collaborativo per i siti web dei Comuni che mette al centro le necessità del cittadino e ne valorizza la partecipazione attiva

Vitalità:

50%

i

L’indice di vitalità, così come previsto nelle linee guida sull’acquisizione e riuso di software per la PA, è calcolato prendendo in considerazione le seguenti quattro categorie:

  • Code activity: il numero di commit e merge giornalieri;
  • Release history: il numero di release giornaliere;
  • User community: il numero di autori unici;
  • Longevity: l’età del progetto.

I range di ogni misura possono essere trovati nel file vitality-ranges.yml.

Stato di sviluppo: stabile


Funzionalità del software

Funzionalità

Controllo degli accessi basato su ruoli

Builder delle pagine con moduli drag n drop

Persone e unità organizzative

Notizie ed eventi

Documenti

Organigramma e rubrica interna

Consultazioni

Community aperte, chiuse e riservate

Discussioni

Messaggi privati

Newsletter

Ticket system

Sistema di notifiche

File sharing

Responsive Design basato sul kit Bootstrap Italia

Gestione dei parametri utili all'ottimizzazione per i motori di ricerca (SEO)

Versioning delle pagine

Supporto multilingue

Architettura dell'Informazione dei siti web dei Comuni Italiani v1.0

Comune di Ferrara (FE)

Funzionalità di altre varianti

OPEN 2.0 Variante di

Vitalità: 69%

AMBITO DI APPLICAZIONE
  • local-authorities
  • culture
  • tourism
  • government
  • Informazioni di dettaglio

    Comune di Ferrara

    Portale istituzionale collaborativo

    Ultimo rilascio 2021-07-14

    Tipo di manutenzione internal

    Lingue supportate Italiano

    Documentazione API Comune di Ferrara API

    Descrizione estesa

    La piattaforma del comune

    Nel luglio 2021, il Comune di Ferrara ha pubblicato il nuovo portale istituzionale realizzato secondo le linee guida di Designers Italia - Modello per i siti comunali, sia per quanto riguarda le indicazioni di templating sia per l’architettura della informazione.

    Gli obiettivi

    L’Amministrazione ha seguito le seguenti direttive:

    • utilizzo di uno strumento Open Source, di livello enterprise in grado di evolvere sulla base delle esigenze della macchina amministrativa, in una logica di riuso e in accordo con le buone pratiche indicate da AgID (Agenzia per l’Italia Digitale)

    • adozione di una soluzione IT a supporto dell’evoluzione “collaborativa” in funzione del coinvolgimento attivo del cittadino, inteso non solo come utente dei servizi ma anche come protagonista delle scelte strategiche

    L’architettura e la tecnologia

    La nuova piattaforma è un sistema applicativo modulare, organizzato in componenti funzionali in grado di interagire tra loro. Si basa sul Framework per aree collaborative Open 2.0; un ambiente per la creazione di applicazioni rivolte a promuovere la partecipazione e la collaborazione nelle community e nei progetti complessi.

    L’accesso al sistema è controllato attraverso la definizione di profili utente che limitano la visibilità e l’utilizzo delle funzioni, nonché l’accesso alle informazioni.

    Sono presenti efficaci strumenti di ascolto e partecipazione del cittadino. Pertanto a disposizione della PA troviamo:

    • community: per la creazione di gruppi di lavoro e/o di progetto o di condivisione di interessi comuni;

    • discussioni: strumenti per informare, avviare discussioni, ingaggiando i partecipanti sulla base di interessi e competenze;

    • messaggistica: per permettere la comunicazione uno a uno in forma privata

    • consultazioni: per coinvolgere i cittadini nelle scelte dell’Amministrazione e permettere loro di esprimere valutazioni, pareri e opinioni o raccogliere il loro interesse su specifiche questioni.

    Altri software che potrebbero interessarti

    torna all'inizio dei contenuti