Acquisizione di software per la Pubblica Amministrazione

Quando si acquisisce software le Pubbliche Amministrazioni devono effettuare una valutazione comparativa secondo il processo descritto dalle Linee Guida.

Tale processo privilegia il software open source (a riuso o di terze parti) rispetto all’acquisizione di software in licenza d’uso, come previsto dal Codice dell’Amministrazione Digitale. Le linee guida indicano espressamente il catalogo di Developers Italia come piattaforma ove svolgere la ricerca.

In caso di riuso di un software, non è necessario contattare l’amministrazione titolare perché l’applicativo è già pubblicamente disponibile e la licenza open source regola le condizioni di riutilizzo.

Un’amministrazione che riusa un software ed esegue delle modifiche o personalizzazioni è tenuta a sua volta a rilasciarle in open source. Questo si può fare assicurandosi che vengano recepite nel progetto originale oppure ripubblicando il software integralmente. In questo caso la nuova versione del software sarà apparirà in Developers Italia come “variante” del software originale.

Vedi anche:

torna all'inizio dei contenuti